Una Legge Regionale che entrerà in vigore il 20 Dicembre 2018, obbligherà l’80% delle attività legali del settore alla chiusura, ledendo i diritti dei lavoratori del settore e di fatto cancellando l’unica fonte di reddito di circa 20mila persone.

Perche i posti di lavoro sono a rischio?

Il problema sembra essere la distanza minima da rispettare anche per gli esercizi già aperti e in attività che lavorano nel settore scommesse e giochi da intrattenimento,ponendo la minima distanza di 500 metri da qualsiasi luogo sensibile tipo: scuole,chiese e qualsiasi altro luogo dove vi siano minori tipo palestre o parchi.

Questo vuol dire,che in piccole realtà o paesi, è quasi impossibile rispettare tali distanze minime basti pensare che in un paese ci siano due scuole e tre chiese ed un parco ..ecco l’impossibilità di aprire in un piccolo paese o continuare comunque l’attività.

Non sempre è infatti possibile spostare l’attività o comunque trovare un luogo dove sia verosimilmente continuare a lavorare non ledendo i guadagni di chi ha voluto mettersi a regola in questo settore a volte sostenendo gare per concessioni e investimenti.

Nelle ultime ore è stata attivata una Petizione su Change.Org proprio in vista della possibile chiusura di innumerevoli esercizi che ha superato in poco tempo le 4000 adesioni.

Alcuni commentano cosi questo disegno di legge:

Non si può lasciare il gioco legale in mano alla mala!
Devono continuare gli operanti specializzati nel settore.
500 metri vuol dire impossibilità a regolarizzarsi e dare la possibilità alla malavita di aprire nelle periferie casinò.

E ancora

Sono cittadini italiani è hanno diritto a un lavoro come dice la costituzione italiana

Guarda la Petizione Change.Org o esprimi la tua opinione nei commenti.

Guarda altre notizie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here